sabato , 8 agosto 2020
Home / Recensioni / Bandai: GX-34R Gunbuster 2015 Soul of Chogokin – Recensione

Bandai: GX-34R Gunbuster 2015 Soul of Chogokin – Recensione

In anteprima vi presentiamo l’ultimo Chogoking della Bandai / Tamashii, lo stupendo Gx-34R GunBuster Gokin Color Version  tratto dalla serie “Punta al Top Gunbuster” di Studio Gainax.

IMG_6281

Si tratta di un recolor del modello uscito nel 2006  GX-34 Gunbuster. che ha subito conquistato gli appassionati dei chogoking e sopratutto dei modelli trasformabili.

Bandai-Tamashii-Gunbuster1

La scatola si presenta di dimensioni in linea con gli ultimo modelli GX, è molto bella con delle parti lucide che danno un tocco di classe alla confezione ed al suo interno troviamo una confezione di polistirolo, dove troviamo le due unità, due blister con vari accessori, armi e mani di ricambio ed un’ulteriore scatola che contiene lo stand.

La prima raccomandazione che dobbiamo fare è che si tratta di un modello abbastanza complicato nella trasformazione, quindi vi invitiamo a fare molta attenzione e non sforzare troppo le giunture. In alcuni casi, per staccare i pezzi od allungare per esempio le gambe ci sono dei piccoli bottoni da premere, ma li abbiamo evidenziati nelle foto.

Le due astronavi presenti nella confezione altro non sono che il busto con testa e braccia mentre la seconda andrà a comporre il bacino e le gambe.

Come peso totale siamo sui 740gr, con una buona presenza di diecast (metallo).

Bandai-Tamashii-Gunbuster3

Bandai-Tamashii-Gunbuster6

Bandai-Tamashii-Gunbuster36

Gli accessori in dotazione sono veramente tanti, da un buon set di mani, comprese quelle per ricreare la famosa posa del Gunbuster con le braccia conserte, fino all’ingegno delle dita con la possibilità di mostrare i razzi in uscita.

Le articolazioni sono incredibili, sia nella parte delle braccia che delle gambe il che permette una incredibile posabilità dello stesso.

La base espositiva è anche un contenitore dove riporre tutti gli accessori e così non lasciarli nelle scatole

Troviamo anche il mantello in stoffa che potrà essere ripegato ed inserito all’interno di una delle due spalline (la destra), in quanto in quella sinistra di potrà inserire il piccolo tomahawk e la mazza con il manico riepiegabile.

Bandai-Tamashii-Gunbuster16

Bandai-Tamashii-Gunbuster18

Bandai-Tamashii-Gunbuster24

Un’altra posa bellissima è quella con tutti i cannoni laser aperti, sia delle braccia he delle gambe, insomma bisogna dare spazio alla fantasia.

Ancora una volta vi raccomandiamo massima prudenza nel montaggio e nello smontaggio facendo attenzione ai “bottoni” nascosti per sganciare alcuni pezzi.

In conclusione possiamo dire che si tratta di un chogokin trasformabile di alto livello con molta cura sia negli accessori che nelle parti per la trasformazione.

Il Gx-34R Buster Gokin Color Version è distribuito in Italia dalla Cosmic Group, distributore ufficiale Bandai e sarà disponibile in Italia intorno ad Ottobre ad un prezzo indicativo di 200€.

Info su Nemesis

Nemesis ha cominciato nel lontano 1994 acquistando alcuni Robot vintage. Nel dicembre del 1997 esce il primo Soul of Chogokin GX-01 Mazinga Z ed in quel preciso momento prende coscienza: il suo destino sarà quello di riunire tutti gli amati robottoni dell' infanzia....e anche qualche nuovo amico che non guasta mai !!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.