lunedì , 20 gennaio 2020
Home / Recensioni / Recensione: S.H.Figuarts Rock Lee

Recensione: S.H.Figuarts Rock Lee

Rock Lee è un ninja del Villaggio della Foglia, membro del Clan Lee. Fa parte del Team 10, capitanato da Gai Maito, si trova in squadra con Neji Hyuga e Tenten. Al grado Genin sa già utilizzare le tecniche del Loto Frontale e del Loto Posteriore. E’ tra i pochi personaggi presenti nel manga a non essere in possesso di ninjutsu o genjutsu. È uno dei personaggi che rappresentano la parte “comica” di Naruto, e il suo aspetto fisico, insieme a quello del suo maestro Gai Maito a cui si ispira, è una palese citazione a Bruce Lee, con cui condivide, oltre che il nome, anche la data di nascita.

Questa recensione, come avrete capito, riguarda la S.H.Figuarts di Rock Lee prodotta da Bandai/Tamashii Nations nella sua versione Jonin tratta da Naruto Shippuden.

Rock Lee

Il Box, come di consueto per la serie S.H.Figuarts, permette di avere una finestra sul personaggio tramite la parte trasparente in copertina mentre il resto viene occupato dalla grafica che si ispira direttamente al mondo di Konoha con Rock Lee in primo piano. Per il retro sono state utilizzate immagini con parti intercambiabili e alcune pose realizzabili. Aprendo il box  il blister può sembrare scarno, tuttavia, da una breve analisi si arriva alla conclusione che tutto quello che serve è stato inserito, infatti, oltre al personaggio principale possiamo trovare: due volti alternativi di cui uno action e uno per riprodurre la tecnica dell’ubriaco (spassosissima questa!); una testa completa per riprodurre la tecnica del Loto Posteriore di cui sono presenti anche piedi, mani e collo alternativi; tre paia di mani alternative per ricreare ogni posa possibile caratteristica di questo personaggio amatissimo della serie.

La Figure, che appare subito slanciatissima, è dotata di particolari incredibili e fedeli con particolari accorgimenti tecnici che lo caratterizzano di una elevatissima posabilità, fattori fondamentali per un personaggio che fa delle arti marziali il suo punto di forza. L’estrema facilità con cui si riesce a cambiare il volto e le mani per ricreare ogni situazione fanno di questa action figure un must assoluto per ogni fan della serie di cui ricordiamo non è protagonista ma comunque rimane tra i personaggi più amati dalla primissima serie. All’interno della confezione come noterete dalle foto non è presente alcun supporto (si consiglia Stage Act 4 clear di Bandai) per tanto se ne consiglia l ‘acquisto per poter sfruttarne al meglio l’elevato potenziale.

Bandai S.H.Figuarts Rock Lee Review coming soon…

Posted by Nonsolohobby on Sonntag, 13. August 2017

 

Nonostante l’ “essenziale” dotazione di accessori (un piedistallo si poteva inserire), nell’attesa di avere anche il suo Maestro Gai Maito, consigliamo l’acquisto a mani basse e ci sentiamo di dare il seguente voto.

Voto Finale: 9/10

La figure di Rock Lee è gia’ disponibile presso i rivenditori ad un prezzo consigliato di 59€.

 

Info su Akira

Akira ha iniziato a collezionare manga dal 1990 poi suo padre gli regalò un Sankan-Oh (vintage tarocco) della serie Time Bokan. La collezione vera e propria è iniziata solo quando nel 1997 è uscito il primo Mazinga Z targato Bandai della nuova linea Soul of Chogokin e lì è cominciato tutto. Fino ad oggi è stato sempre fedele all'anima di superlega deviando a volte su altre marche ma con un minimo di Zamak. Un giorno smetterà di collezionarli... questa frase se la ripete da anni ma per ora non vede la fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.